Vescovi: uniti per il riscatto delle aree interne

Si è chiusa la due giorni di Benevento che ha riunito i presuli di dieci regioni italiane. Nel documento finale l’impegno a collaborare con gli attori della SNAI

 
 
Collaborare con gli attori istituzionali della Strategia nazionale per le aree interne per fermare lo spopolamento delle zone periferiche del nostro Paese. Questo uno degli impegni riportati nel documento finale che ha concluso i lavori del convegno dei vescovi, provenienti da dieci regioni italiane, dedicato alle aree interne organizzato il 30 e 31 agosto a Benevento.
 
Una due giorni iniziata con un messaggio di Papa Francesco di plauso all’iniziativa, finalizzata a un’idea pastorale per rispondere alle esigenze dei territori marginali.
 
Le comunità cristiane si propongono come presidi di prossimità, disposte a collaborare con le istituzioni nazionali e locali per “contribuire al riscatto umano e sociale delle popolazioni di queste aree”, raggiungibile solo attraverso il comune impegno. L’obiettivo è arrivare a un modello equo e condiviso per farle diventare “il polmone del Paese” valorizzando le loro potenzialità di carattere naturale, paesaggistico, storico, religioso e culturale.