Universal Periodic Review (UPR): quest’anno viene esaminata l’Italia

Pubblicata la prima bozza del Rapporto Governativo sull’attuazione dei diritti umani in Italia.

ll Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite ha introdotto nel 2011 la procedura revisionata per l’esame della situazione dei diritti umani in tutti gli stati membri delle Nazioni Unite, la Revisione Periodica Universale o Universal Periodic Review – UPR.
 
L’esame ha una cadenza ciclica di quattro anni e mezzo e si articola in quattordici sessioni di un apposito gruppo di lavoro del Consiglio dei Diritti Umani (UPR Working Group). In ciascuna sessione vengono esaminati 14 paesi per un totale di 42 paesi all’anno. L’elenco degli Stati da esaminare è redatto per estrazione a sorte sulla base di una serie di parametri al fine di assicurare che i paesi membri del Consiglio siano interessati dalla procedura per primi e che in ogni sessione siano presenti paesi provenienti da diverse aree geografiche.
 
L'Italia viene esaminata dal Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite nella sessione di ottobre-novembre 2014.