Strategia d’area Monti Simbruini, riunione per la versione definitiva

Confronto con gli amministratori dell’area sugli adeguamenti richiesti da CTAI, Regione Lazio, Invitalia e FORMEZ. Tra i 24 comuni del comprensorio laziale emerge una visione condivisa e di lungo termine in tema di gestioni associate di funzioni e servizi

 
Battute finali per la definizione della strategia dell’area Lazio 3 - Monti Simbruini. Presso la sede della Regione si sono confrontati sul documento strategico inviato dall’area il 30 settembre, rappresentanti del Comitato tecnico aree interne (CTAI), delle direzioni regionali coinvolte, delle strutture a supporto Invitalia e Formez PA, il sindaco di Subiaco in qualità di capofila e il presidente della Comunità Montana X della Valle dell'Aniene.
 
Il comprensorio è composto da 24 comuni caratterizzati dalla presenza del fiume Aniene e dall’ambiente montano. Nell’area confluiscono il Parco dei Monti Simbruini e Lucretili, le Comunità Montane dell’Aniene e dei Monti Ernici e 2 GAL (FuturAniene e Terre di Pregio). Un territorio ricco dal punto di vista ambientale, storico e culturale, ma negli ultimi anni soggetto a intensi fenomeni di spopolamento e invecchiamento della popolazione, con servizi socio-sanitari, scolastici e di mobilità inadeguati. Le risorse mobilitate nell’ambito della Strategia nazionale aree interne (SNAI) per invertire tali tendenze ammontano a circa 8,5 milioni di euro.
 
Sul tavolo dell’incontro le modifiche e gli adeguamenti apportati alla strategia d’area a seguito delle osservazioni mosse dal CTAI e dalla Regione Lazio prima del via libera definitivo. I rappresentanti del Formez PA hanno fatto il punto sul requisito associativo previsto per l’ammissibilità dell’area alla SNAI da cui sono emerse la coesione degli enti coinvolti e la condivisione della visione delle scelte effettuate. In questa prima fase i 24 comuni hanno deciso di associare, con delega alla Comunità montana, le funzioni di Protezioni civile e Catasto, ma alla base è stata posta una visione di lungo termine con la previsione di ulteriori servizi da gestire in forma associata verso la costruzione di un sistema intercomunale efficiente e permanente. La CM Aniene comprende 31 comuni tutti all’interno della Città Metropolitana di Roma Capitale, 22 dei quali ricompresi nell’area interna, interessati già da forme di programmazione partecipata e servizi comuni.  Gli altri due comuni, Filettino e Trevi nel Lazio della Provincia di Frosinone, appartengono alla Comunità Montana degli Monti Ernici Simbruini. Il Formez, data la complessità dell’assetto, della governace e delle deleghe attribuite alla CM Aniene ha suggerito di valutare, laddove la Conferenza dei sindaci dell'area fosse diversa nella sua composizione da quella precedente, una specifica regolamentazione che valorizzi anche il sindaco capofila e si focalizzi  sulle questioni inerenti la loro strategia.