La SNAI rompe gli schemi tradizionali della PA

Il carattere innovativo della Strategia nazionale aree interne in un intervento di Fabrizio Barca alla winter school dell’Associazione RENA

La Strategia nazionale aree interne (SNAI) come esempio di amministrazione pubblica innovativa. Sarà questo il filo conduttore dell’intervento che Fabrizio Barca, promotore della SNAI, presenterà il 9 febbraio alla winter school dell’Associazione Rena che in corso dal 7 all’11 febbraio a Roncade (TV). Un’iniziativa organizzata per illustrare e mettere in campo tecniche definite, provocatoriamente, di “sabotaggio civico” in grado di innescare il cambiamento a tutti i livelli territoriali. La Strategia Nazionale Aree Interne e la rottura rispetto al tradizionale modus operandi della PA è il titolo del contributo di Barca che si inserisce in questo contesto.
La SNAI altera i tradizionali paradigmi operativi della PA sperimentando nuovi approcci e diversi modelli di collaborazione istituzionale.  In cima alla lista delle novità che la Strategia ha introdotto, e punta a estendere, c’è il nuovo sguardo delle amministrazioni centrali e locali verso i territori, una visione che tiene conto delle loro diversità e delle comunità che vi risiedono coinvolgendole nel processo di crescita e cambiamento.
Programma