Servizi associati, la richiesta per i contributi statali slitta al 15 novembre

Unioni di comuni e comunità montane hanno incontrato difficoltà con l’invio telematico delle domande per richiedere i contributi erariali connessi ai servizi gestiti in forma associata nel 2017

 Le richieste di contributi erariali per i servizi gestiti in forma associata nell’anno in corso potranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, entro il prossimo 15 novembre. La scadenza era stata inizialmente fissata al 30 settembre dal decreto del Ministero dell’Interno del 26 aprile del 2017 con l’elaborazione di una specifica modulistica. Per le unioni di comuni e comunità montane l’adeguamento alla nuova modalità di trasmissione informatizzata della certificazione è risultato però più difficoltoso del previsto, facendo registrare ritardi nella tabella di marcia. Il 28 settembre il Ministro dell’Interno ha emanato un nuovo decreto che sposta in avanti il termine per l’invio del modello. Destinatarie dei contributi statali per il 2017 sono le regioni: Liguria, Lazio, Abruzzo, Umbria, Campania, Emilia Romagna, Puglia, Piemonte, Lombardia, Sicilia, Toscana, Veneto, Calabria e Sardegna.
Decreto Ministero dell’Interno