Programma Gioventù in azione. Invito a presentare proposte per la creazione di partenariati (scadenza: 08/10/2010)

<p> Sulla <strong>Gazzetta Ufficiale dell&#39;Unione europea</strong>, <strong>serie C 164</strong> del 24 giugno 2010&nbsp; &egrave; stato pubblicato un invito a presentare proposte EACEA 16/10 per la creazione di partenariati nell&#39;ambito dell&#39;azione 4.6 -&nbsp; del programma &quot;Giovent&ugrave; in azione&quot;.&nbsp;</p>

Scopo principale del presente invito a presentare proposte è sostenere i partenariati tra la Commissione europea, attraverso l’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura, e quelle regioni, municipalità o ONG europee che intendono elaborare o consolidare le loro azioni, strategie e i loro programmi di lunga durata nel campo dell’istruzione non formale e della gioventù.

Il presente bando per presentare progetti con l’obiettivo di sviluppare partenariati in particolare con enti regionali o locali al fine di:

  • incoraggiare la loro partecipazione ad attività europee nel campo dell’istruzione non formale e della gioventù,
  • sostenere la capacita del loro sviluppo come enti attivi nel campo della gioventù ed erogatori di opportunità di istruzione non formale destinate ai giovani e ai giovani lavoratori,
  • promuovere lo sviluppo di reti sostenibili, uno scambio di pratiche migliore ed il riconoscimento dell’istruzione non formale.

Sarà data preferenza ai progetti che riflettono meglio le priorità permanenti del programma "Gioventù in azione":

  • ovvero la partecipazione dei giovani,
  • diversità culturale,
  • cittadinanza europea,
  • inserimento di giovani con minore opportunità.

Inoltre sarà data preferenza a progetti ben strutturati, che vengono inquadrati all’interno di una prospettiva a lungo termine e che vengono concepiti al raggiungimento di un ottica con effetto moltiplicatore e un impatto sostenibile.

Le proposte devono essere presentate da:

  • un ente pubblico locale o regionale, o
  • un ente senza fini di lucro, attivo a livello europeo nel settore della gioventù (ENGO), che possiede organizzazioni associate in almeno otto (8) paesi partecipanti al programma

Se nel progetto si indica che il programma di attività dovrà essere realizzato unitamente a uno o più co- organizzatori (procedura B), tali organizzazioni possono essere:

  • enti pubblici locali o regionali, o
  • organizzazioni non governative senza fini di lucro, o
  • enti senza fini di lucro, attivi a livello europeo nel settore della gioventù (ENGO), che possiedono organizzazioni associate in almeno otto (8) paesi partecipanti al programma «Gioventù in azione».

I candidati devono essere dotati di personalità giuridica e, alla data di scadenza per la presentazione delle proposte, devono essere legalmente residenti da almeno due (2) anni in uno dei paesi partecipanti al Programma.

I paesi partecipanti al Programma sono i seguenti:

  • gli Stati membri dell’Unione europea;
  • i paesi candidati che beneficiano di una strategia di pre-adesione conformemente ai principi generali nonché alle condizioni e modalità generali stabiliti negli accordi quadro conclusi con questi paesi in vista della loro partecipazione ai programmi dell’UE: Turchia.
     

Ai fini del presente invito a presentare proposte sono ammissibili le seguenti attività:

  • scambi di giovani a livello transnazionale,
  • iniziative dei giovani a livello nazionale o transnazionale,
  • servizio volontario europeo,
  • formazione e attività di networking.

L’importo totale stanziato per il cofinanziamento di progetti nell’ambito del presente invito a presentare proposte è stimato a 1 200 000 EUR.
 

La sovvenzione massima destinata a ciascun progetto non può superare i 100 000 EUR.
La data di scadenza per la presentazione delle domande è l'8 ottobre 2010.
La guida dettagliata per la presentazione delle domande e i moduli di candidatura sono disponibili su Internet.
 

Tag: 
Data fine: 
8 Ottobre, 2010