Più flessibilità e coinvolgimento regionale per la Politica europea di Vicinato

In occasione dell’incontro in plenaria del Comitato delle Regioni (CoR), i politici a livello locale e regionale di tutta Europa hanno adottato un parere a favore dell’implementazione concreta e proficua della Politica di Vicinato europeo (ENP).

Il parere richiede maggiore flessibilità, più finanziamenti a livello regionale e il coinvolgimento adeguato degli enti locali e regionali. La Comunicazione, pubblicata dalla Commissione europea a marzo 2014, aveva infatti messo in evidenza il ruolo cruciale che la Politica europea di Vicinato (ENP) svolge nel supportare i processi di cambiamento democratico e riforma economica nei Paesi partner.
 
Durante la plenaria di dicembre i membri del CoR hanno rinnovato la raccomandazione per un’azione più flessibile, insieme a un approccio ad hoc a supporto dei cambiamenti democratici e delle riforme economiche nei singoli Paesi beneficiari, e un accesso più semplice ai finanziamenti per enti locali e regionali, nonché la semplificazione dei meccanismi e delle procedure.
 
Il CoR ha inoltre sottolineato l’importanza di costruire la democrazia e di decentrare i poteri per i Paesi della regione del Partenariato orientale e del bacino del Mediterraneo.
 
I membri del CoR hanno raccomandato di erogare programmi di formazione per le amministrazioni locali e regionali e di creare una piattaforma online per monitorare e valutare la dimensione regionale di ENP, non solo come piattaforma informativa ma anche come base per lo sviluppo di nuovi assi. A tal riguardo si è altresì fatto appello al Servizio di Azione Esterna affinché vengano nominati i referenti per ogni ufficio di rappresentanza UE in ciascuno dei Paesi ENP, che possano fornire informazioni sulle iniziative in programma e su quelle esistenti a livello subnazionale e trasmettere i messaggi dal CoR ai Paesi partner di ENP.