Piste ciclabili: per unioni e associazioni comunali il tetto dei mutui a tasso zero raddoppia

Al via bando per gli enti che vogliono promuovere infrastrutture per le “due ruote” con finanziamenti senza interessi

Doppi vantaggi per unioni e associazioni di comuni che vogliono realizzare piste ciclabili. Sta per partire il “Comuni in pista -#sullabuonastrada”, un bando lanciato dal Credito Sportivo, in collaborazione con Anci e Federciclismo, che prevede un finanziamento a tasso per gli enti interessati alla realizzazione di infrastrutture dolci, volto alla promozione della rete delle piste ciclabili.   Sul piatto 50 milioni di euro di mutui a tasso zero per la costruzione o ristrutturazione, oltre che dei percorsi a due ruote, anche di ciclodromi e strutture di supporto. L’abbattimento totale degli interessi si avrà sui mutui di importo massimo di 3 milioni di euro che diventano 6 se beneficiari sono unioni di comuni, comuni in forma associata, comuni capoluoghi, città metropolitane o province. La durata massima del prestito, che dovrà essere stipulato entro la fine del 2018, è stata fissata a 15 anni. Dal 3 aprile sarà possibile inviare le domande di ammissione al bando.
Info