MEDREG apre un ampio dialogo sui mercati dell’energia nel bacino del Mediterraneo

La Association of Mediterranean Energy Regulators (MEDREG) ha aperto un dialogo sui mercati dell’energia nel bacino del Mediterraneo sul bisogno di nuovi investimenti infrastrutturali, rivolto a tutte le parti interessate di livello internazionale del settore dell’energia nella regione.

Il Presidente di MEDREG, N. Otmane, descrive l’evento come “un importante passo verso la creazione delle condizioni necessarie per incentivare un dialogo più ampio e costruttivo tra la nostra Associazione e gli altri rappresentanti del settore dell’energia”.  

In un discorso tenuto presso l’Assemblea Generale dell’Associazione la scorsa settimana in Italia, il Presidente  ha dichiarato che “l’obiettivo principale dell’Associazione era quello di creare le condizioni migliori per lo sviluppo di un mercato integrato dell’energia nell’area del Mediterraneo, incoraggiando l’armonizzazione dei quadri giuridico, tecnico ed economico”.  

Egli ha aggiunto che questo obiettivo era direttamente correlato all'istituzione di un contesto normativo chiaro, stabile e trasparente a livello regionale, che supportasse gli investimenti e offrisse una garanzia per i consumatori e la tutela ambientale. Il dialogo ha riunito istituzioni internazionali, operatori dei sistemi di trasmissione, associazioni industriali e investitori istituzionali.

In riferimento al quinto anniversario dell’istituzione di MEDREG, Otmane ha dichiarato “In pochi anni l’Associazione, supportata dall’UE, è divenuta un punto di riferimento per i governi e le parti interessate del settore dell’energia nella regione del Mediterraneo. Di fatto a MEDREG è stato ufficialmente richiesto di supportare l’Integrazione dei Mercati dell’Elettricità nei paesi del Maghreb”. 

Il dibattito ha incluso la partecipazione di associazioni e istituzioni come AFUR (African Association of Regulators), CEER (Council of European Energy Regulators), l’Energy Charter Secretariat e l’Unione per il Mediterraneo, associazioni industriali e iniziative come OME (l’Osservatorio per l’Energia del Mediterraneo), MEDELEC, DESERTEC e MEDGRID per l’elettricità, nonché gli operatori di trasmissione del settore del gas come SNAM (Italia), GRT-Gaz (Francia) e ENAGAS (Spagna). 

Tag: