Matese, parte il percorso di riuso di una soluzione digitale

Nuovo confronto tra i referenti dell'area molisana con lo staff di Community di innovazione per individuare un modello già collaudato di erogazione di servizi pubblici

 
 
Avviato il piano di riuso di una possibile soluzione digitale per l’erogazione dei servizi comunali del Matese.  Dopo un nuovo confronto tra i referenti del comprensorio molisano e il team di Community di innovazione - la linea di intervento del progetto ITALIAE promosso dal Dipartimento per gli Affari Regionali e le Autonomie (DARA) che valorizza pratiche innovative già collaudate a favore del riordino territoriale -  sono state stabilite le tappe del percorso di supporto richiesto dall’area interna.
 
Gli amministratori presenti hanno sottolineato l’importanza per i 14 comuni del Matese di informatizzare alcuni servizi pubblici anche come fattore di rafforzamento del sistema intercomunale disegnato nel contesto della Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) che ancora fatica a operare.
 
Primo step è l’inquadramento complessivo dell’area, del contesto amministrativo anche regionale, della infrastrutturazione informatica dei comuni e del loro assetto organizzativo. La raccolta dei dati avverrà in prima battuta attraverso la somministrazione di un questionario on line a cura di un gruppo di lavoro costituito da referenti individuati da ciascun comune dell’area in raccordo con lo staff del progetto centrale.
 
Sulla base delle caratteristiche territoriali sarà successivamente operata una scelta fra le soluzioni a riuso finanziate dal PON Governance e Capacità Istituzionale attraverso l’avviso OCPA 2020 volto al trasferimento di buone pratiche amministrative. Saranno quindi avviate analisi e studi di fattibilità per tarare la pratica prescelta al nuovo contesto amministrativo prima di passare all’eventuale piano di adozione in accordo con le decisioni dell’amministrazione.