Lamezia Terme. Una giornata di confronto sui servizi per le PMI calabresi

Si è tenuta a Lamezia, il 2 aprile 2015, una giornata informativa su "I Fondi Europei per la competitività e l’innovazione delle PMI calabresi: strategie e opportunità di finanziamento", nel quadro del progetto POAT 2012-2015, con l’obiettivo di supportare le PMI interessate ad orientarsi nella complessa panoramica del nuovo ciclo di programmazione europea.

Crossposted from www.formez.eu
 
L’auspicio è stato quello di incentivare una partecipazione più attiva degli attori del territorio calabrese alle opportunità di finanziamento attraverso l’accesso ai fondi dei programmi comunitari diretti.
 
La giornata si è aperta con i saluti istituzionali di Giovanni Soda, consulente del Presidente della Regione Calabria, che ha introdotto l’argomento della giornata, ovvero l’internazionalizzazione delle PMI calabresi, menzionando la presenza attiva del territorio calabrese a EXPO 2015. Subito dopo la parola è passata a Carmine Donato, Presidente di SPIN, che ha presentato la rete EEN - Enterprise Europe Network, una rete co-finanziata dalla Commissione europea che mette a disposizione strumenti e servizi per incrementare la competitività delle piccole e medie imprese a favore dell’innovazione e dell’internazionalizzazione.
 
Gli esperti Formez PA hanno fornito una breve presentazione del Progetto POAT 2012-2015 e degli strumenti online a disposizione per l’assistenza tecnica, con una panoramica mirata sulla Strategia Europa 2020.
 
Ha successivamente preso la parola Silvia Tropea dello sportello SPRINT Calabria, che ha evidenziato l’importanza per le PMI di collaborare per favorire il processo di internazionalizzazione e di  apertura europea - anche grazie alla rete EEN - individuando i settori del mercato estero favorevoli per le imprese. È emersa altresì la necessità di rafforzare il partenariato tra comuni, centri di eccellenza, università e PMI. Silvia Tropea ha inoltre illustrato i PEA (Piani esecutivi annuali) atti alla realizzazione di azioni singole mirate, sottolineando nuovamente il valore delle reti per contribuire alla ripresa dell’economia.
 
Maurizio Ferrara, Presidente di Unioncamere, partner della rete Enterprise Europe Network, ha quindi presentato il Programma COSME e lo “Small Business Act”, ponendo particolare attenzione al programma di Unioncamere a favore di un migliore orientamento delle PMI nella panoramica dei programmi europei. 
 
Carmela Gallo di SPIN ha presentato il Programma Horizon 2020, con particolare attenzione allo strumento per le PMI che offre la possibilità di progetti collaborativi a supporto della ricerca e dell’innovazione. La descrizione ha visto nel dettaglio anche i parametri del technology readiness level e le regole di partecipazione allo SME instrument.
 
Ha preso poi la parola Maria Carmela Passarelli dello sportello APRE Calabria, illustrandone i servizi di informazione, formazione e assistenza tecnica per la presentazione delle proposte a favore di atenei, imprese e centri di ricerca in Calabria.
 
Luca Mannarino, Presidente di Fincalabra, ente in-house della Regione Calabria, ha presentato i servizi finanziari per gli investimenti nella ricerca e nell’innovazione con un breve excursus della storia di Calabria Innova, dai servizi ai brevetti, all’innovazione e ai finanziamenti a start-up e spin-off. La strategia di Fincalabra è quella di fornire sostegno alle imprese innovative al fine di creare un modello di business. Luca Mannarino ha inoltre menzionato i talent lab per fornire finanziamenti, consulenza e assistenza tecnica alle imprese e il fondo equity per dare forza alle imprese affinché queste possano camminare nel mercato autonomamente.
 
La mattinata si è conclusa con l’intervento di Mariagrazia Rando del Ministero degli Affari Esteri – Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo, che ha illustrato le opportunità offerte dalla nuova legge 125/2014 sulla Cooperazione allo Sviluppo a favore dei Paesi in difficoltà, nonché le misure di credito agevolato per investire all’estero tramite la creazione di imprese miste con il supporto del MAE.
 
L’incontro è stato mediato da Valeria Adriana Scopelliti del Settore Cooperazione del Dipartimento Presidenza della Regione Calabria, che ha concluso il convegno sottolineando l’importanza di creare sviluppo, ricerca e formazione per rafforzare l’efficacia delle proposte di progetto da presentare alla Commissione europea: questo può avvenire grazie all’assistenza di uffici preposti che offrono servizi gratuiti alle imprese del territorio calabrese.
 
La giornata ha contato circa novanta presenze tra funzionari pubblici, rappresentanti di aziende private calabresi e liberi professionisti.