A Giove primo intervento SNAI dell’area Sud Ovest Orvietano completato

Si tratta del Centro d’incontro polivalente, laboratorio culturale per mostre convegni e attività didattiche

 
 
Primo intervento portato a termine nell’area Sud Ovest Orvietano finanziato nell’ambito della Strategia nazionale aree interne (SNAI).  E’ stato inaugurato a Giove, uno dei 20 comuni del comprensorio umbro, il Centro d'Incontro Polivalente nell’ex Chiesa di San Giovanni Battista. 
 
“Questo immobile deve diventare un centro di diffusione della cultura ambientale per i cittadini e soprattutto per i ragazzi delle scuole. Saranno loro principalmente a utilizzarlo insieme alle associazioni che costituiscono la vita sociale del paese e lo tengono vivo”. Così il sindaco di Giove, Alvaro Parca, ha sintetizzato le finalità del nuovo Centro polivalente.
 
Per molto tempo l'immobile ha versato in uno stato di degrado, adibito anche a stalla per le capre. Dopo 25 anni dall’acquisto da parte del Comune e precedenti interventi, torna a vivere grazie alla SNAI per offrire alla comunità tante occasioni culturali, ma ponendosi anche come polo di attrazione verso l’esterno.Un vero e proprio laboratorio che con i suoi oltre 100 posti si apre al territorio e alla cui gestione saranno coinvolte anche associazioni locali e enti culturali e scientifici per mostre, convegni, attività didattiche.
 
Il progetto di recupero del complesso edilizio rientra nell’azione Rigenerazione Multifunzionale di borghi storici in aree rurali della strategia dell’Area Sud Ovest Orvietano che punta a mantenere la socialità nei borghi che la compongono rivitalizzando spazi di vita e di lavoro per contribuire a non disperdere l’identità dei luoghi e arrestarne lo spopolamento.