Il Formez partecipa a un progetto europeo sulla lotta contro il traffico illecito di veicoli rubati

Il Formez diventa partner di un progetto europeo sulla lotta contro il traffico illecito di veicoli rubati.

Il 18 gennaio 2010, la Direzione Generale Giustizia, Libertà e Sicurezza della Commissione europea, nell’ambito del programma comunitario “Sicurezza e tutela delle libertà – Prevenzione e lotta contro la criminalità”,  ha accordato un finanziamento al progetto “Good Faith: fight against illicit vehicle traffic and hit notification system”, che prevede un consorzio composto dal Ministero degli Interni italiano, Ufficio S.I.R.E.N.E capofila del progetto, l'Ufficio N-S.I.S. e il Formez.Il progetto, della durata di 12 mesi, mira a individuare procedure comuni e soluzioni tecnologiche per migliorare lo scambio di informazioni tra gli Stati membri dell’area Schengen per lottare efficacemente contro le reti criminali transnazionali dedite al traffico di veicoli rubati. Il progettoha come obiettivo ultimo la definizione di una procedura comune per l’immatricolazione e il rimpatrio dei veicoli rubati. Tra le varie attività previste, il progetto prevede l’organizzazione di unaconferenza internazionale ed altre attività preliminari  di preparazione della conferenza, nonché alcune iniziative  conclusive che hanno l’obiettivo di diffondere i risultati dell’evento e valutare il livello di applicazione delle procedure concordate. In particolare, il progetto partirà con una serie di visite di studio in quei Paesi in cui l'esperienza delle autorità italiane ha dimostrato avere una più difficile interazione. L'obiettivo principale di queste visite sarà la definizione delle questioni da discutere durante la conferenza e l’elaborazione di documenti preparatori da distribuire tra i Paesi partecipanti.Il Formez contribuirà alla realizzazione delle attività del progetto ed anche alla gestione finanziaria, amministrativa e logistica.