EUROsociAL II. Il dialogo politico per la coesione sociale

Si è tenuto dal 19 al 22 ottobre 2015 a Madrid, presso la Casa de América, l’evento annuale del Programma finanziato dall’Unione europea EUROsociAL II, per fare un bilancio dei risultati e proiettarsi verso il futuro.

 
La seconda fase del Programma EUROsociAL, iniziata nel 2011, si avvia verso la fine e nei prossimi mesi la Commissione europea si appresta a lanciare una nuova fase. Facendo seguito al Summit EU-CELAC 2015 che ha avuto lungo lo scorso giugno, il seminario di Madrid ha voluto approfondire il dialogo politico sulle sfide comuni che le società delle due regioni si trovano ad affrontare.
 
È proprio questo aspetto che l’assistenza tecnica fornita da EUROsociAL ha preso in carica nell’arco di questi anni, adottando l’approccio territoriale e passando per due vie: promuovendo da un lato politiche settoriali coerenti con ricadute a livello territoriale e dall’altro politiche nazionali di sviluppo regionale, a favore della coesione sociale.
 
FormezPA, in qualità di partner operativo del programma per l’asse tematico “Decentramento e coesione territoriale”, è stato chiamato a organizzare uno dei quattro seminari tematici, che ha avuto luogo nella giornata del 21 ottobre 2015 sul tema delle politiche pubbliche per lo sviluppo territoriale dal titolo “Territorio y Políticas Públicas: Reduciendo brechas territoriales para la cohesión social”. Durante il seminario sono state presentate tre esperienze di rilievo maturate nel settore della governance multilivello in Colombia, Argentina e Guatemala con l’assistenza tecnica di EUROsociaAL, che hanno consentito il confronto tra tre Paesi con diversi livelli di sviluppo e con una diversa struttura statale territoriale.
 
Il duplice obiettivo del seminario di Madrid è stato pertanto quello di

  • presentare gli avanzamenti e i risultati raggiunti grazie all’assistenza tecnica fornita da EUROsociAL nella territorializzazione delle politiche settoriali e alla messa in moto di politiche e strategie nazionali di sviluppo regionale;
  • facilitare lo scambio di esperienze e di opinioni sulle strozzature comuni, promuovendo la coerenza delle politiche e perseguendo uno sviluppo sostenibile a livello nazionale e regionale.

Si è aperto così un dialogo importante sul concetto di territorio, per comprendere i processi di welfare e degli altri diritti sociali prioritari e integrarli quindi nel processo decisionale delle politiche pubbliche.
 
L’evento ha visto la partecipazione di circa 250 personalità di spicco delle istituzioni latino-americane ed europee, rappresentando un momento importante di scambio e arricchimento tra i due continenti.
 
Scarica il programma dettagliato dell’evento.