E' nata la rete delle città medie campane

La rete, costituita il 28 ottobre scorso, è stata realizzata ad opera della Regione Campania in attuazione di quanto stabilito dal Quadro Strategico Nazionale 2007-2013.

Il Tavolo Città, organismo di coordinamento degli interventi per lo sviluppo nelle città campane con più di 50mila abitanti, riunitosi per la prima volta il 28 ottobre ha formalmente costituito la "rete delle citta' medie campane", che opererà in affiancamento a tutte le città interessate dalla nuova programmazione, secondo un processo che deve favorire la concentrazione e la razionalizzazione delle risorse attraverso la promozione di grandi progetti e grandi programmi, e l'individuazione a livello locale di linee di sviluppo coerenti con le politiche regionali. Oltre al Presidente della Regione Campania, erano presenti venti sindaci più l’ANCI Campania ed il DPS MISE.Nel corso della riunione si e' fatto il punto sulla strategia di sviluppo urbano messa in campo dal POR FESR Campania 2007-2013 e finalizzata a rafforzare il ruolo delle città competitive all'interno del territorio regionale. Allo stato, in attuazione di questo percorso, sono stati firmati 13 protocolli con le città medie della Campania per il finanziamento dei piani di rigenerazione urbana; si sta poi lavorando per la definizione degli altri 7, per un investimento complessivo pari a 600 milioni di euro. Per le città, oltre al budget per la realizzazione dei programmi urbani (PIU’ Europa), sono state messe a disposizione anche le risorse di assistenza tecnica per l'avvio della progettazione degli interventi. Nei prossimi giorni, inoltre, saranno resi noti i contenuti del piano d'azione che l'ANCI Campania, con l'assistenza del Dipartimento nazionale Mezzogiorno, ha proposto all'attenzione della Regione Campania per accompagnare la fase di attuazione dei programma di sviluppo urbano PIU' Europa.