Il CTAI in Calabria per definire le strategie Grecanica e Ionico-Serre

Nuovi confronti con gli amministratori regionali e locali sull’iter SNAI

 
 
 
Missione del Comitato tecnico aree interne (CTAI) il 5 dicembre in Calabria per definire i documenti strategici delle aree Grecanica e Versante Ionico Serre. Sul tavolo, per quanto riguarda la prima, l’analisi degli interventi sul settore istruzione seguita da uno specifico focus sulla strategia d’area nel suo complesso dopo le integrazioni apportate a seguito delle osservazioni alle versioni precedenti da parte del CTAI e dei ministeri competenti.
 
Nel pomeriggio sarà la volta del comprensorio Ionico-Serre che sta elaborando la strategia d’area saltando il passaggio del preliminare così come deciso nella riunione dello scorso 30 luglio nell’ambito degli incontri sull’attuazione avviati a inizio estate fra CTAI, Regioni e relative aree per velocizzare l’iter SNAI. La bozza di strategia era stata approvata il 29 marzo 2019.
 
Sono 4 le aree della Calabria coinvolte nella Strategia nazionale per  le aree interne (SNAI): Reventino Savuto, Grecanica, Versante Ionico-Serre e Area Sila e Pre-Sila crotonese e cosentina. L’area Grecanica è composta da 11 comuni a cui si associano i 15 dell’area strategica, tutti ricadenti nella città metropolitana di Reggio Calabria. Sono invece 11 i comuni dello Ionico-Serre, tutti classificati come periferici, a cavallo tra le province di Reggio Calabria, Catanzaro e Vibo Valentia.
 
Agli appuntamenti, presso la cittadella regionale a Catanzaro, si confronteranno con gli amministratori regionali e locali oltre ai rappresentanti del CTAI anche quelli della struttura di supporto Invitalia e dei ministeri interessati.