La Commissione europea presenta il progetto “Costruire l'Europa con i consiglieri locali

Presentato il progetto "Costruire l'Europa con i consiglieri locali" che intende promuovere la creazione di un'opinione pubblica europea attraverso l'attività di promozione dell'UE sul territorio da parte dei consiglieri eletti

 

La Commissione europea ha presentato il progetto “Costruire l’Europa con i consiglieri locali”. Si tratta di un’iniziativa volta a creare una rete europea dei consiglieri locali con il fine di rafforzare la comunicazione sui temi europei a livello territoriale grazie ad un’inedita alleanza tra governance locale ed europea. Il progetto è sorto in collaborazione con il Comitato delle regioni e la sua rete europea dei consiglieri regionali e locali.
Attraverso la partecipazione al bando, infatti, i rappresentanti locali di tutta Europa potranno lavorare assieme e diffondere informazioni sui temi europei, contribuendo ad aumentare il coinvolgimento dei cittadini e a promuovere nuovi dibattiti sul futuro dell’Europa. L’obiettivo finale, infatti, è quello di sostenere la creazione di un’autentica opinione pubblica europea che possa inscriversi nel solco già tracciato dal programma NextGenerationEU e dalla Conferenza sul futuro dell’Europa.
Alla luce di quanto affermato, la Commissione invita tutte le autorità locali a candidarsi al fine di far parte di questo nascente partenariato con l’obiettivo di comunicare l’Europa attraverso i consiglieri locali. Per partecipare è sufficiente compilare il modulo di domanda firmato dal rappresentante dell’autorità locale ed allegare la dichiarazione del consigliere comunale che si intende nominare, firmata da quest’ultimo.
Una volta nominato, ogni membro si impegnerà a promuovere un dibattito con i membri della propria comunità di riferimento e con i media locali sulle iniziative politiche generali e sulle misure portate avanti dall’UE.
Il partenariato avrà una durata stimata di due anni e non è prevista alcuna corresponsione da parte dell’Unione nei confronti dell’ente locale o del consigliere eletto nel periodo citato. 
Il rappresentante a livello locale dovrà firmare una dichiarazione in cui si impegnerà a:

  • Partecipare a discussioni e dibattiti con i membri della propria comunità di riferimento o con i media locali sulle iniziative e le misure politiche generali portate avanti dall’UE. L’obiettivo generale è quello di incoraggiare i cittadini a partecipare ai dibattiti sul futuro dell’Unione europea e su altri temi a questa correlati.
  • Presentare le politiche, le azioni e le iniziative dell’UE in modo obiettivo, sulla base di informazioni accurate e attendibili.
  • Partecipare alle operazioni quotidiane della rete partecipando alla piattaforma online, ai seminari e alle visite offerte dalla Commissione europea (a seconda della disponibilità). Tra i compiti aggiuntivi vi è la partecipazione a sondaggi condotti circa due volte l’anno e la fornitura di feedback sulle attività intraprese nel contesto della rete.

La Commissione, in cambio, fornirà all’eletto locale:

  • Materiale per la comunicazione e un aggiornamento regolare delle informazioni per aiutarli a coinvolgere i cittadini sulle questioni dell’Unione europea.
  • In funzione delle risorse disponibili, accesso prioritario presso il Centro visitatori della Commissione europea a Bruxelles, di persona o in via telematica, organizzato, quando possibile, nella loro lingua.
  • Accesso a una piattaforma interattiva per favorire l’interazione con gli altri membri della rete.
  • Informazioni su altre iniziative dell’UE dedicate ai consiglieri locali e agli enti locali, tra cui in particolare le attività del Comitato delle Regioni e della sua Rete di consiglieri regionali e locali dell’UE nonché opportunità di seguire e contribuire alle loro attività.

Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina del progetto assieme al modulo di candidatura.