Boccia, con federalismo differenziato priorità ad aree interne e di montagna

Il ministro per gli Affari regionali e le autonomie in Molise ha fatto il punto sul disegno di legge sull’autonomia regionale

 
 
L’attenzione verso le aree interne e i comuni di montagna da parte del governo è stata ribadita dal ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, in Molise per l’ultima tappa del tour fra le regioni italiane finalizzato a raccoglierne fabbisogni e richieste. Il ministro, che ha partecipato a Campobasso all’incontro Autonomia e Solidarietà Nazionale organizzato dall’Università degli Studi del Molise, ha fatto il punto sul disegno di legge quadro sul federalismo differenziato già presentato in Conferenza stato-regioni e che presto arriverà in Parlamento.
 
 L’autonomia regionale deve essere basata sulla solidarietà nazionale che si raggiunge garantendo i livelli essenziali di prestazione, i lep, per fornire assistenza, sanità, infrastrutture e istruzione di qualità a tutto il Paese. “Le risorse devono andare ai comuni e agli enti locali, dando la precedenza alle aree interne e di montagna, in automatico” ha sottolineato ancora Francesco Boccia.