Aree interne, al via la riqualificazione della rete stradale

Approvati i piani di intervento presentati dalle 72 aree SNAI per 300 milioni di euro

 
 
La rete viaria secondaria sarà presto più sicura e accessibile.  Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) ha approvato i piani di intervento di miglioramento stradale presentati dalle 72 aree ricomprese nella Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) 14-20.
 
Sul piatto 300 milioni di euro del Piano Nazionale Complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), spalmati su sei anni e ripartiti in base al numero di residenti, della lunghezza delle strade, dei rischi sismici e di quelli legati al dissesto idrogeologico e tenendo anche conto della disponibilità di servizi del trasporto pubblico locale.
 
L’obiettivo è la riqualificazione di 2.000 chilometri di strade e delle annesse opere d’arte quali ponti, viadotti e cavalcavia.