Approvata la strategia dell’Alta Valmarecchia

Con questa, tutte le 4 aree interne regionali hanno concluso il percorso SNAI e puntano all’attuazione degli interventi

 
 
L’Alta Valmarecchia ha completato l’iter SNAI.  Con l’approvazione di quella della quarta area regionale, tutti i quattro comprensori selezionati dall’Emilia Romagna per sperimentare la Strategia nazionale aree interne (SNAI) hanno chiuso la loro strategia d’area e puntano all’attuazione degli interventi, già partiti nell’Appennino emiliano che ha sottoscritto l’Accordo di programma quadro esattamente un anno fa.
 
La Valmarecchia, collocata nell’entroterra riminese, è composta da sette comuni cui si associano i tre dell’area strategica. L’area occupa una superficie di 328,2 kmq per un totale di 17.524 abitanti con un alto tasso di dispersione demografica e un indice di vecchiaia eterogeneo.
 
La strategia è incentrata in particolare sulla promozione di un’agricoltura di qualità e sull’agroalimentare, settori che intersecano il turismo slow, altro comparto ritenuto strategico.
 
Proprio in Alta Valmarecchia, nel comune di Novafeltria, il 19 dicembre si concluderà la Road map aree interne Emilia Romagna, un tour nelle 4 aree interne regionali partito un mese fa per una valutazione dell’esperienza SNAI.  Un confronto tra sindaci, amministratori, rappresentanti delle assistenze tecniche locali, stakeholder e rappresentanti regionali finalizzato all’ascolto dei territori per raccoglierne fabbisogni e aspettative in vista del prossimo ciclo di programmazione dei fondi europei.