Approvata l’assistenza tecnica nel quadro del Piano Solare Mediterraneo da parte dell'Unione europea

La Commissione europea ha formalmente approvato l’iniziativa del Piano Solare Mediterraneo (Mediterranean Solar Plan Project Preparation Initiative (MSP-PPI)) nel quadro del Neighbourhood Investment Facility (NIF) con il fine di creare robuste tubazioni per i progetti inclusi nel piano solare, accelerare implementazione e finanziamenti e coordinare l’azione delle istituzioni della Commissione europea e del Segretariato dell’Unione per il Mediterraneo.

Supportando i progetti di investimento eleggibili che implicano assistenza tecnica mirata alla predisposizione avanzata di progetto, il Mediterranean Solar Plan - Project Preparation Initiative - MSP-PPI finanziato nell'ambito del Neighbourhood Investment Facility (NIF) e formalmente adottato dalla Commissione europea si pone l’obiettivo di costruire robuste tubazioni per i progetti riguardanti il piano solare (produzione di energie rinnovabili, efficienza energetica e progetti grid-connected), accelerare implementazione e finanziamenti e coordinare l’azione delle istituzioni della Commissione europea e del Segretariato dell’Unione per il Mediterraneo.

Il supporto nell’ambito dell’MSP-PPI copre il 100% dei costi associati all’assistenza tecnica per predisporre progetti di investimento nel campo dell’energia sostenibile in nove paesi partner del Mediterraneo: Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Siria, Tunisia e la Striscia di Gaza.

Tali progetti di investimento possono anche essere eleggibili per l'erogazione di finanziamenti da parte delle istituzioni finanziarie partecipanti e per le operazioni di branding dell’Unione per il Mediterraneo. I progetti di investimento supportati dovrebbero contribuire al raggiungimento degli obbiettivi del Piano Solare Mediterraneo.

L’assistenza tecnica è intesa a supportare i progetti di investimento che si trovano già a uno stadio sufficientemente avanzato di preparazione e che hanno un’elevata probabilità di essere finanziati e implementati in un quadro di tempo ragionevole.

L’UE intende inoltre finanziare un progetto di 4,6 milioni di euro chiamato Paving the way for the Mediterranean Solar Plan, che mira ad assistere i Paesi partner della Sponda Sud del Mediterraneo affinché si creino le condizioni necessarie per arrivare a un maggiore uso delle energie rinnovabili in generale e dell’energia solare in particolare.