Approccio basato sui diritti umani a favore della cooperazione allo sviluppo

I Ministri degli Esteri dell’Unione europea si sono incontrati a Bruxelles il 19 maggio, in occasione del Consiglio degli Affari Esteri sullo sviluppo, riconfermando l’impegno dell’Unione europea nella promozione dei diritti umani.

I diritti dell’uomo in ambito civile, politico, economico, sociale e culturale, senza esclusione, fanno parte di un approccio alla cooperazione allo sviluppo basato sui diritti fondamentali. L’azione è in linea con il Quadro Strategico dell’Unione europea e il Piano d’Azione in tema di Diritti Umani e Democrazia e con le Conclusioni del Consiglio in materia di Supporto alla Democrazia e alle Relazioni Esterne dell’Unione europea.
 
Il Consiglio ha sottolineato che la coerenza del dialogo politico con tutte le parti interessate a livello degli Stati è un elemento chiave per la positiva applicazione di una cooperazione allo sviluppo che poggi sui diritti fondamentali. Di grande rilevanza è altresì il supporto continuato a favore degli sforzi profusi dai singoli Paesi partner, così da rafforzarne la capacità ad adempiere agli obblighi in materia di diritti umani, in conformità con i principi inerenti e in tutte le sfere della vita sociale ed economica.