Alto Salento, la nuova area SNAI al lavoro sul requisito associativo

Primo confronto sulle gestioni associate tra il team Formez e gli amministratori del comprensorio pugliese

 
 
A pochi giorni dalla ratifica di tutte le aree della Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) 2021-2027, nell’Alto Salento sono già iniziati i lavori e le riflessioni sul requisito associativo. I sindaci della nuova e quinta area interna pugliese sono stati i primi a confrontarsi con il team del Formez PA, nell’ambito del progetto “La Strategia nazionale per le aree interne e i nuovi assetti istituzionali” che accompagna i comuni nella costruzione delle gestioni associate di servizi e funzioni.
 
Il comprensorio è composto da cinque comuni, (Avetrana, Manduria, Maruggio. Sava e Torricella) tutti in provincia di Taranto.  Presenti alla riunione, in video conferenza, alcuni primi cittadini e amministratori dell’area, oltre al referente della Regione Puglia, Antonio Scotti che ha sottolineato l’importanza dell’associazionismo per l’attuazione della futura strategia.
 
Un concetto evidenziato con forza da Clelia Fusco, responsabile del progetto Formez. Il monitoraggio delle gestioni associate e del modello organizzativo per realizzare gli interventi messi in campo nella precedente stagione SNAI hanno infatti dimostrato che laddove si è investito nella costruzione di una governance stabile  si è registrata una maggiore capacità dei territori di fronteggiare la complessità dell’attuazione. “Ecco perché – ha affermato la Fusco - la costruzione della strategia e della governance dovrebbero avanzare insieme”
 
Indicate le prossime tappe da percorrere per la realizzazione del sistema intercomunale fra cui la nomina formale del comune capofila; l’individuazione delle funzioni da associare e i ruoli degli altri comuni; la definizione delle Convenzioni. La correttezza della documentazione sarà verificata dal team Formez che ha offerto il proprio supporto anche sul territorio.