Da Agadir al confine libico: l’UfM presenta il progetto sul Corridoio Autostradale Trans-magrebino per migliorare il commercio regionale

Il Segretariato dell’Unione per il Mediterraneo ha presentato agli stati membri un progetto sul Corridoio Autostradale magrebino. Il progetto mira a offrire accesso sicuro e semplice e a garantire un flusso di beni e persone, elementi essenziali per mantenere le relazioni e rafforzare il commercio regionale, contribuendo a un’integrazione più concreta tra i paesi del Mediterraneo.

Il progetto andrà a completare i collegamenti mancanti della Sezione Centrale del Corridoio Autostradale Trans-magrebino tra Oujda (Marocco) e il confine algerino occidentale (22km), a un costo di 70 milioni di euro e tra Bou Salem (Tunisia) e il confine algerino orientale (80km), con la costruzione di un’autostrada provvista di almeno due corsie per un costo di 600 milioni di euro. In tal modo le reti autostradali nazionali algerine, marocchine e tunisine renderanno disponibile un corridoio stradale da Agadir (Marocco) a Ras Jedir (confine tunisino-libico), che renderà i collegamenti più veloci, più economici e più efficienti a beneficio dei cittadini e delle imprese.